Montemerano



Montemerano, borgo medioevale dell’anno Mille, regna sulle Valli dell’Albegna, da dove domina uno tra i paesaggi più spettacolari della Maremma: infinite distese di ulivi. La sua storia inizia nel tardo medioevo e coincide poi con quella degli altri paesini limitrofi.
La cinta muraria del 1200 si interrompe solo in due punti, dove troviamo delle porte per accedere alla città. Entrando nel paese, un dedalo di vicoli vi farà arrivare a piazza del castello. Poco distante da qui, potrete ammirare la Chiesa di San Giorgio. Di epoca tardo medioevale, l’edificio è un gioiello d’arte romanica ad un’unica navata, che contiene affreschi, tavole ed arredi sacri. Si tratta di autentici capolavori quattrocenteschi, famosi in tutta la Toscana. Particolare è il quadro de “La Madonna del Gattaiolo”: il nome deriva dalla presenza di un foro circolare in basso a destra, destinato, pare, al passaggio di un gatto. Tutt’oggi, la sera, questi felini sbucano da ogni angolo del paese e sembrano voler sorvegliare la città.
Nel periodo estivo la città organizza diverse manifestazioni, come le sagre enogastronomiche, dove è possibile gustare prodotti tipici maremmani e visitare mostre dell’artigianato.